La Poesia per crescere

By
Advertisement
Ho sempre accolto dentro di me l’idea che la poesia abbia degli elementi che la rendono divina: Foscolo diceva che il poeta ha un grande potere, perché può rendere eterne le cose, la stessa poesia ha una funzione esternatrice.

Ma che funzione può avere la poesia nella vita di ognuno di noi? Nella nostra società votata alla velocità, alla superficialità è difficile trovare ancora chi sappia apprezzare tutta la bellezza racchiusa nei versi poetici.

Eppure non tutti sanno che la poesia può avere una funzione terapeutica, può regalare all’animo afflitto serenità e gioia.

Chi conosce una grande poetessa come Alda Merini, sa cosa significa leggere i suoi versi: sono frutto della sua rabbia, del suo dolore, di una vita vissuta all’insegna del disagio mentale.


Leggere le sue poesie è un’ esperienza entusiasmante: è un lungo viaggio dentro sé stessi. Il poeta racconta attraverso i suoi scritti le sue emozioni, ma le universalizza. In fondo ciò che ognuno di noi legge è una parte di sé stesso, di ciò che ognuno di noi prova.

Ecco perché il poeta dovrebbe, secondo me, essere venerato: perché compie un’ azione molto importante, quella di rimandare alla collettività ciò che essa stessa sente.

Quante volte leggendo un componimento vi è capitato di commuovermi e provare un’ emozione intensissima.
La poesia è una forma di “educaizione sentimentale” che abitua a riconoscere le proprie emozioni.

Avete mai pensato a quanto sia importante imparare a riconoscere le proprie emozioni, per vivere felici?
L’intelligenza emotiva è una delle prime forme di empatia, è una delle prime qualità che gli esseri umani dovrebbero sviluppare per essere tali.

A volte non ci si conosce, non si comprende ciò che si sta provando e questo non aiuta a capire neppure quale direzione scegliere.

Avete mai pensato che anche la decisione importantissima del cambiare lavoro, si basa su una questione emotiva?

Noi prima le sentiamo le cose e poi le viviamo. Ogni scelta, anche quella di comprare una maglia, si basa sull’emozione che quell’elemento sa regalare.

La poesia aiuta a sviluppare questa forma di intelligenza fondamentale per la nostra sopravvivenza.
Umberto Galimberti parlava di ragazzi di oggi come “analfabeti delle emozioni”, incapaci di
riconoscerle e dunque di riconoscersi.
Dunque la poesia può aiutare a diventare trasparenti ai propri aocchi, la poesia rende leggeri. La poesia rende più belli.

Ecco perché ritengo che leggere poesie sia un’ esperienza esaltante. Ecco perché vi propongo questo e - book. Un modo per canalizzare la vostra energia spirituale verso il successo.


Antonella