Fare Soldi con le Mail

By
Advertisement
Le email sono uno strumento potentissimo per fare soldi. La potenza di ogni sito, di ogni azienda, risiede quasi interamente dal numero di email che possiede.

Facebook vale 1 miliardo di dollari perché ha oltre 500 milioni di iscritti e quindi 500 milioni di email!!

Tramite gli indirizzi email un sito, un blog, un'azienda, può mettersi in contatto diretto col cliente e lanciare anche email promozionali.

Ma le email possono essere sfruttare in moltissimi modi, e a seconda di come vengono utilizzate possono fruttare più o meno soldi.

Per prima cosa ci vuole un sistema per raccogliere email e questo sistema si chiama autoresponder, ogni sito ne deve avere uno. Grazie a questo potrai raccogliere gli indirizzi email tramite un servizio di newsletter.


Quasi tutti questi servizi che si trovano sul web (Aweber, GetResponse ecc...) sono software a pagamento mensile. Se vuoi che questi continuino a tenerti la lista email devi pagare ogni mese (dai 12 ai 20 euro).

A differenza di tutti questi servizi, ce ne è uno che una volta acquistato non ha un canone mensile. Si tratta di ProfitSponder, un servizio completo per la gestione delle email, oltre che ad essere economico.


Ma ora vediamo come poter fare soldi con queste mail. Abbiamo detto che una volta inserito il form per potersi iscrivere alla nostra lista sui vari siti, noi cominciamo ad accumulare iscritti. Una volta che questa lista sarà abbastanza consistente, potrei scegliere il metodo di guadagno più appropriato alla tue esigenza.

Hai due importanti possibilità:



  • scegliere di vendere la lista di contatti
  • scegliere di vendere alla lista di contatti
La prima opzione è a mio parere la meno redditizia. Gli indirizzi email valgono poco se vengono venduti. Ci sono persone che vendono 20.000 indirizzi email a 20 euro, il che è davvero un prezzo stracciato! Per accumulare 20.000 iscritti ci possiamo mettere anche 2-3 anni, e vendere il nostro duro lavoro per 20 euro significa sputarci sopra.

La seconda opzione invece è già molto più interessante. Per poter guadagnare direttamente dalla nostra lista dobbiamo offrire a loro dei prodotti o servizi. Che tipo di prodotti o servizi? Affiliazioni di prodotti o servizi, oppure direttamente prodotti o servizi nostri.

In base all'argomento trattato sul nostro sito possiamo creare dei prodotti per la clientela. Se per esempio sul nostro sito trattiamo la nicchia "Psicologia", possiamo vendere un servizio di consulenza. Per far sì che questo servizio di consulenza venga però acquistato dalla nostra lista, abbiamo bisogno di fare prima alcune mosse:

  • acquistare la fiducia da parte dei clienti
  • pubblicizzare in modo persuasivo il nostro servizio
  • essere convincenti
  • scrivere in modo accurato l'email
Acquistare la fiducia da parte dei clienti
Forse questo è in assoluto il passo più difficile ma è sicuramente quello che ti darà maggiori vantaggi. La fiducia da parte dei tuoi clienti è tutto. Il tuo scopo è quelli di fargli capire che tu non offrirai a loro un prodotto scadente, gli devi assicurare la massima qualità dal tuo servizio o prodotto offerto. Per farlo devi prima acquistare la loro fiducia. In che modo? Mandando ai contatti della tua lista delle email in cui gli insegni a fare una determinata cosa, in cui gli insegni a risolvere determinati problemi, in cui gli aiuti. Risolvi i loro problemi ed otterrai la loro fiducia.

Pubblicizzare in modo persuasivo il nostro servizio
Ovviamente la pubblicità è l'anima del commercio. Devi cercare di vendere al meglio i tuoi servizi attraverso delle email persuasive. Le email sono il mezzo più potente per poter contattare un cliente perciò all'interno di quel poco spazio dovrai ricercare le parole migliori per poter convincerlo ad acquistare il tuo prodotto.

Scrivere in modo accurato l'email
Come abbiamo già visto sopra, è importante che tu sfrutti bene il tuo spazio dell'email, per farlo cerca di: non scrivere email troppo lunghe,  non inserire link all'interno di parole (alcuni servizi email non li fanno aprire), non inserire troppi link all'interno dell'email altrimenti viene considerata come spam e viene direttamente inserita nella cartella spam dalla maggior parte di servizi email.

Krikko