Come dimagrire con la Metformina

By
Advertisement
La metformina, venduta col nome di Glucophage, è sostanzialmente un farmaco impiegato nella cura del diabete, ma molti studi che hanno interessato il principio hanno evidenziato la sua capacità di inibire la fame, per cui esso viene sempre più impiegato nelle cure dimagranti

Spesso le persone sovrappeso, dove il grasso si accumula specialmente nella zona addominale, potrebbero ricercare la causa del loro stato in un’eccessiva secrezione di insulina dell'organismo. Il meccanismo chimico che interessa la produzione dell'insulina è molto semplice. 

Quando mangiamo, il livello degli zuccheri presente nel sangue sale e porta organi interni come il pancreas a secernere l'insulina. L'insulina agisce quindi sul fegato e lo induce a prelevare glucosio nel sangue e ad immagazzinarlo per dare vita a delle scorte future. Ricordiamoci che il nostro corpo è una macchina perfetta, che mira sempre in ogni caso alla sopravvivenza. 


Le scorte di glucosio devono quindi essere lette come un meccanismo di difesa e di salvaguardia che il nostro corpo attua in previsione di 'tempi difficili'. Il fegato possiede, però, una limitata capacità di immagazzinare glucosio, quindi la quantità che eccede si trasforma in grasso, spesso localizzato nella sezione addominale. In altri termini, se l'insulina prodotta è troppa, il fegato non riesce ad immagazzinare così tanto glucosio e la produzione di grasso corporeo diventa più importante. 

Non stupisce, quindi, che la terapia contro l'obesità impieghi spesso la metformina per inibire questo processo e prevenire questa situazione di scompenso all'interno dell'organismo. La metformina viene anche associata ad altri farmaci destinati alla cura del diabete, come quelli a base di diexanatide, una sostanza che si occupa di ritardare il passaggio del cibo dallo stomaco all’intestino, inibendo quindi la sensazione di fame.

Studi recenti hanno evidenziato che l'assunzione di metformina nel corso di una dieta adeguata permette di perdere considerevoli quantità di grasso corporeo e anche di poter contare su risultati durevoli nel corso del tempo. La metformina fa quindi dimagrire, ma tutti possono assumerla??

Ovviamente no, in quanto si tratta di un farmaco che deve essere prescritto dal medico e quindi assunto sotto stretto controllo scientifico. Si tratta di un farmaco indicato per soggetti diabetici o che presentano un indice di massa corporea superiore a 25, per cui i soggetti che non rientrano in questi parametri devono assolutamente diffidare dal fai da te. 

 La sostanza presenta, inoltre, degli effetti collaterali di natura gastrointestinale. Tra i più importanti si citano: nausea, vomito, anoressia, diarrea, dolore addominale. Tali sintomi sono spesso associati ad una dose-dipendenza, ovvero appaiono quando i soggetti fanno un uso prolungato del farmaco e solitamente si presentano all'inizio del ciclo e scompaiono durante l'uso, a causa dell'assuefazione che normalmente il corpo attua nei confronti dei medicinali

 Attenzione, infine, all'assorbimento della vitamina B12, in quanto la metformina lo attua all'interno dell'organismo. Essendo questa vitamina rara e preziosa per le funzioni neurologiche, chi assume il farmaco deve prevedere una congrua integrazione della vitamina per assicurare un buono stato di salute. 

In particolare, le persone che hanno scelto di adottare un'alimentazione vegana devono prestare infinita attenzione a questo aspetto se vengono curate con la metformina, in quanto esse non assumono la vitamina attraverso la loro alimentazione e potrebbero essere quindi soggette a gravi carenze del nutriente

Valeria