Risparmiare sulla bolletta del gas

By
Advertisement
Secondo alcune fonti pare che i costi che più incidono sul bilancio familiare domestico siano proprio gas e luce.

Infatti per i consumatori  ciò che preoccupa sempre di più è la spesa energetica. Vuoi per la crisi economica che ancora oggi imperversa nel nostro Paese, vuoi per l'aumento del prezzo del petrolio, il costo del gas in questi ultimi anni è aumentato in maniera vertiginosa, e purtroppo per molti consumatori far fronte a questa spesa è diventato davvero difficile.

Consumo medio gas



Secondo una recente indagine è stato appurato che una famiglia del Nord consuma fino a 6 volte più gas di una del Sud. Sicuramente la causa principale sta nel clima. Infatti il clima più freddo determina senza ombra di dubbio un maggiore utilizzo del riscaldamento.

E' l'Emilia Romagna la regione con il consumo di gas domestico più alto. Mentre nelle regioni del Sud il consumo è molto basso, si ferma appena a 150 metri cubi a testa.


Alcuni piccoli accorgimenti per risparmiare sulla bolletta del gas


Per poter risparmiare sulla bolletta del gas, la prima cosa che bisogna assolutamente fare è quella di ridurre i costi energetici.
Ma non solo, un altro aspetto che occorre prendere in considerazione è confrontare le varie offerte proposte dai diversi operatori sul mercato e scegliere quella che meglio si addice alle proprie esigenze.



Tuttavia per tagliare la bolletta del gas un'altra utile alternativa può essere la seguente: per tutte le famiglie che hanno un notevole disagio economico è possibile usufruire di un'agevolazione che permette di risparmiare sulla fornitura del gas. Questa agevolazione non è altro che un bonus sociale che permette di ottenere uno sconto in bolletta non di poco conto.

Ma se non si ha nessuna intenzione di cambiare fornitore o lo sconto in questione non può essere applicato per vari motivi, allora in questo caso è possibile fare un'altra cosa, ossia diminuire sensibilmente i consumi.

Ecco dei piccoli consigli:

In cucina

  1. coprire le padelle con gli appositi coperchi mentre si cucina
  2. posizionare le padelle su piastre di dimensioni appropriate al loro diametro
  3. prima della fine cottura dei pasti, è consigliabile spegnere la piastra. In questo modo si potrà sfruttare il calore residuo
  4. prediligere l'utilizzo della pentola  a pressione
Ma in Italia è stato dimostrato che il principale responsabile del consumo di gas è proprio l'impianto di riscaldamento, soprattutto nelle regioni del Nord.

Quindi a tale riguardo è bene stare attenti ad alcuni aspetti. Ecco quali sono:
  1. è molto importante seguire periodicamente controlli di manutenzione della caldaia non solo per tutelare la propria sicurezza, ma anche  perchè un impianto che non funziona bene consuma molto di più.
  2. da non dimenticare di regolare la caldaia ad una temperatura adeguata, ossia non oltre i 19°C
  3. controllare che nei termosifoni non ci siano residui d'aria 
  4. non coprire i caloriferi con panni perchè in questo modo ne ridurrebbero l'efficienza
  5. abbassare di 1° la temperatura interna significa ridurre i consumi del 6%
Un altro piccolo accorgimento da non sottovalutare è ridurre il più possibile la dispersione di calore in casa. Vetri e porte rappresentano la via di fuga principale del calore accumulato in casa.



Quindi per poter evitare dispersioni è bene optare per i doppi vetri alle finestre. Inoltre di notte è bene abbassare tutte le tapparelle in maniera tale da incrementare l'effetto barriera.

In conclusione, è chiaro che il risparmio energetico passa in principal modo dai gesti quotidiani. Abbandonando uno stile di vita scorretto e modificando le abitudini quotidiane sicuramente i costi del gas diminuiranno e il proprio portafoglio verrà salvaguardato.

Alla prossima!